La Biorivitalizzazione è un trattamento estetico utilissimo per prevenire i segni dell’invecchiamento della pelle. In particolare del viso, del collo e del corpo. La Biorivitalizzazione viene praticata con microiniezioni di filler biocompatibili e riassorbibili nella parte superficiale dell’epidermide. Sostanze come l’acido ialuronico, usato come biorivitalizzante e non come riempitivo, i farmaci biorivitalizzanti, i complessi polivitaminici e gli aminoacidi sono in grado di riattivare in profondità il derma, donando alla pelle un aspetto giovane, fresco e rilassato.

Il numero di sedute di Biorivitalizzazione variano a seconda del grado di invecchiamento della zona da trattare. Il trattamento di mantenimento può avvenire mediamente ogni tre-quattro mesi e può essere affiancato da altri trattamenti estetici come massaggi e linfodrenaggi. Le tecniche utilizzate generalmente per la Biorivitalizzazione sono due: quella “cross-linked” e quella “picotage”.

TECNICA DI BIORIVITALIZZAZIONE CROSS-LINKED

La tecnica di “Biorivitalizzazione Cross-linked” è utilizzata soprattutto per le guance, le regioni attorno agli occhi e il collo. Le iniezioni vengono effettuate secondo uno schema verticale e orizzontale, in modo che si intersechino tra loro.

TECNICA DI BIORIVITALIZZAZIONE PICOTAGE

La tecnica di “Biorivitalizzazione Picotage” è utile per combattere il fotoaging, l’invecchiamento della pelle dovuto all’eccessiva esposizione solare o alle lampade abbronzanti. Le iniezioni sono superficiali e distanti un centimetro l’una dall’altra. Vengono praticate su mani, viso, collo e decolleté.

Vuoi saperne di più? Contattaci!


Inserisci i caratteri nel campo sottostante
captcha